Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 30 giugno 2016

The Apparatus - Heathen Agenda

BACK IN TIME:
#PER CHI AMA: Death/Black Sperimentale
A volte mi domando per quale assurdo motivo i gruppi scelgano nomi brutti, buffi o assurdi da pronunciare o da scrivere. Gli Apparatus, ennesima dimostrazione di questo trend, appartengono certamente alla prima categoria, de gustibus. Continua la nostra rassegna alla scoperta di vecchi album e oggi ci troviamo di fronte ad una band norvegese, proveniente da Trondheim, che si proponeva di suonare una sorta di “Melodic Extreme Metal”. Nati nel 1999 e dopo essere stati di supporto a bands del calibro di Mayhem, Deicide, Vader e Keep of Kalessin, il sestetto scandinavo si è autoprodotto questo 'Heathen Agenda' nel 2004, lavoro che ha catturato l’attenzione della inglese Dream Catcher Records che ne ha ristampato l’album e gli ha permesso una distribuzione più consona. Il genere proposto dai ragazzi, è un death/black/doom atmosferico, vagamente influenzato dagli Ancient Wisdom, dai primi Fleurety, dalla stramberia dei Ved Buens Ende e dal viking metal, ma anche da un certo groove assai ispirato; insomma c’è né per tutti i gusti. L’album, pur non godendo di una produzione cristallina, è piacevole da ascoltare e soprattutto costituisce l'unica uscita ufficiale prima dello scioglimento della band nel 2005. Assai godibile è l’ottimo lavoro del bassista, ispiratosi fortemente al grande Steve Di Giorgio; la batteria invece appare leggermente ovattata, mentre le chitarre imbastiscono riff non del tutto ortodossi, ispirati appunto alle disarmonie dei Ved Buens Ende. Infine le vocals spaziano dal growl a tonalità leggermente più alte. La musica del combo norvegese è sofferente, malata, con passaggi atmosferici e meditativi, grazie all’abile lavoro ai synths di Per Spjøtvold (ora negli Atrox), che ci permettono di tirare il fiato e rituffarci nella follia degli Apparatus. Un album sicuramente acerbo che lasciava trasparire tuttavia grandi sviluppi per il futuro, peccato... (Francesco Scarci)

(Dream Catcher Records - 2004)
Voto: 65

https://myspace.com/theapparatus