Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 5 maggio 2015

Sol Sistere - I

#PER CHI AMA: Post Black, Wolves of the Throne Room, Alda, Addaura
Questa volta la Pest Productions è andata a pescare in Cile, più precisamente nella capitale, Santiago. I Sol Sistere è un terzetto formato da membri ed ex- di altre band che abbiamo già incontrato qui nel Pozzo, Bauda e Animus Mortis, tanto per citarne un paio. La proposta dell'act sud americano è un post black atmosferico (tanto per cambiare) che nelle tre song contenute in 'I', trova modo di citare gli Addaura, gli Alda o i decisamente più conosciuti Wolves of the Throne Room. Gli amanti del black cascadiano troveranno qui nuove scintille illuminanti di un black metal che vive di sussulti furibondi e onirici frangenti atmosferici, come già la opening track, "Relentless Ascension", ha modo di offrire. Sebbene melodici e decisamente piacevoli da ascoltare, il genere inizia a essere sovrassaturo di entità di questo tipo. È già infatti giunto il momento di dare una netta sterzata ad un sound che negli ultimi due-tre anni ha regalato ottime perle musicali (Deafheaven su tutti), ma che, ora come ora, inizia anche a stancare, poiché già povero di soluzioni. E 'I' giunge proprio nel momento sbagliato perché poco ha da regalare di nuovo. Non bastano le cavalcate di "Egregorian", lo screaming animalesco di C. o le notturne sterzate post-rock di "Reborn", per gridare al miracolo; rimaniamo lontani anni luce dai gods americani, che peraltro dovranno inventarsi nuove soluzioni per svecchiare il post black. Superflui. (Francesco Scarci)

(Pest Productions - 2014)
Voto: 60