Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 29 agosto 2015

Toter Fisch - Blood, Rum & Piracy

#PER CHI AMA: Humppa Metal, Finntroll, Korpiklaani
L'humppa metal è una danza tipica finlandese discendente dalla polka, che contraddistingue gruppi quali Finntroll o Korpiklaani. Questa volta è invece una band di Tours a proporci il proprio carico di rum e folk metal. Si tratta dei Toter Fisch (ossia pesce morto), che escono con il loro EP di debutto, in un elegante digipack. Cinque i brani a disposizione, che sortiscono già una certa sorpresa con le scaramucce da bar della opening track, "Tortuga", dove tra un sorso di birra e qualche bicchiere rotto, s'inseriscono la melodia di una fisarmonica, il roboante fragore delle chitarre e il grugnito animalesco del vocalist, in una vorticosa danza metallica in compagnia di pirati di serie B. Il viaggio per i Caraibi dei Toter Fisch inizia dall'isola di Tortuga alla ricerca dei "Kings of the Sea", di cui si narra nella seconda song. Lo stile rimane sempre quello, anche se più cadenzato e con un break centrale in cui è possibile anche udire il suono del mare e per questo la song assume anche una certa malinconia di fondo nella linea delle chitarre. La vena malinconica dei nostri si acuisce quando i nostri pirati decidono di fermarsi su un'isola e godersi, con in mano un ottimo bicchiere di rum, l'incantevole tramonto rosso fuoco descritto dalla piacevole melodia strumentale di "Sunset with Rum". È tempo di salpare e affrontare "A Night Over the Ocean", la song probabilmente più cattiva e oscura del lotto, che continua tuttavia a mantenere intatto lo spirito folkloristico dell'act transalpino, contraddistinto dall'uso massivo della fisarmonica e di quelle melodie tanto care ai Finntroll. L'ultima traccia, "La Buse", è verosimilmente (non ho i testi però) dedicata al pirata omonimo, il cui soprannome, la poiana, divenne il sinonimo della rapidità fulminea con cui si gettava sulle navi da conquistare. La traccia propone un riffing bello pesante (a tratti quasi doom) e un growling profondo, stemperati dallo scanzonato suono della onnipresente fisarmonica. Bella sorpresa questa dei pirati Toter Fisch e del loro "pirate metal": con 'Blood, Rum & Piracy' mi ha fatto trascorrere una ventina di minuti a navigare con la fantasia, tra gli incantevoli porti dei Caraibi, alla ricerca di qualche scrigno perduto. (Francesco Scarci)