Cerca nel blog

domenica 8 marzo 2020

Leprous - The Congregation

BACK IN TIME:
#PER CHI AMA: Prog Rock, Pain of Salvation
Un esordio incessantemente funk-prog, se esiste o è mai esistito qualcosa che si può chiamare funk-prog, con tanto di vocalismi alla Muse, ma persino più sofferenti, con una punta di un Vince Cavanagh semisbronzo, insomma, ed un ritornello immensamente Pain of Salvation style ("The Price"), programmaticamente destinato a perdurare per l'intera durata del disco, vale a dire oltre settanta fottutissimi minuti ("Red", "Down"), spericolatamente fervido di pindariche divagazioni difficilmente o impossibilmente concettualizzabili ("Third Law", ovvero The Mars Volta vs. Ronnie J. Dio e "Rewind", ovvero System of a Down vs. Freddie Mercury sono soltanto due esempi), eppure sideralmente allineato a quella (recentemente) popolosissima traiettoria kappa-dimensionale che conduce da qui/ora al concetto astratto di non-rock utilizzando propellente prog-metal (Anathema, Major Parkinson, Pain of Salvation, appunto). La maestà vocale e il magnetismo acchiappareggiseni di Tor Oddmund Suhrke sono ormai consolidati ed indubitabili. E secondi soltanto a quelli di Daniel Gildenlöw. (Albertro Calorosi)

(Inside Out Music - 2015)
Voto: 75

https://www.facebook.com/leprousband/